associazione culturale teatrOrtaet
PROSA PROGETTI CULTURALI RAGAZZI
Vittoria Aganoor - Una "Leggenda"
dall'oriente alla Belle Epoque

Il Cannocchiale di Galileo
(1609 annus mirabilis)

Il "Carattere" del Risorgimento
(Risveglio, ideali e passioni di un'epoca)


La Cometa
IL TRITTICO DEL PRIMO NOVECENTO
La Duse - Divina Eleonora
La Grande Guerra - Voci e ricordi nelle Stagioni della Storia
L'Acqua e "Il Fuoco" - L'amore tra Eleonora Duse e Gabriele D'Annunzio
Visite animate - Vai al sito web dedicato
Visite animate allo stabilimento Pedrocchi
Visite animate ad Arquà Petrarca
Visite animate al Vittoriale degli Italiani
Visite animate alla Cappella degli Scrovegni
Visite animate al Bastione Alicorno
Visite animate a Castel Sant'Angelo
Visite animate a Villa Contarini
Visite animate al Castello Estense - L'Ariosto Furioso
Visite animate al Castello Estense - Ritratto di Lucrezia Borgia
Visite animate al Castello Estense - Boldini e le donne
Apparizioni dal passato: IN VIAGGIO CON GLI ASTRONOMI Visite animate alla Specola
L'Italia al caffè
(Intermezzi teatrali al Caffè Pedrocchi)
I Racconti dell'Avvento
LA TRILOGIA DELL'AMBIENTE
Una Sporca Storia
A passo di gnomo
Lupo, lupetto giochiamo a Cappuccetto
teatrOrtaet con il patrocinio e il contributo della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova e dell'Università di Padova,
presenta

LA DUSE

divina Eleonora

di Carlo Bertinelli

liberamente tratto
dalle lettere e dagli scritti

Personaggi e interpreti:

Eleonora Duse, attrice
Alessandra Brocadello

Edouard Schneider, giornalista e biografo, Gabriele d'Annunzio, poeta e drammaturgo
Carlo Bertinelli

Désiree von Wertheimstein, amica della Duse
Paola Gallana

Francesco Paolo Tosti, musicista
Filippo Albertin

Cesare Rossi, capocomico
Riccardo Faldani

REGIA

Carlo Bertinelli e Alessandra Brocadello

Progetto scenico
Arch. Paola Bussadori

Assistente alla regia
Erica Bertoncello

Costumi
Adele Galilei

Musiche originali, eseguite dal vivo
Filippo Albertin

Video realizzati da Ludovico Rampazzo
Luci teatrOrtaet
Scene realizzate da
Adriano e Riccardo Fanton - Abano Terme
Colonne, statue ed elementi architettonici
Euro3Plast - Ponte di Barbarano
Fondale XXL Group - Padova
Tessuti Gabrieli - Cadoneghe;
Sorelle Ramonda - Vicenza
Ufficio Stampa Freak Press di Caterina Cisotto
Grafica Best Service - Teolo

DOWNLOAD

1.Scheda Tecnica

2.Scheda dello Spettacolo

3.Manifesto

4.Depliant

5.Galleria fotografica

Duse - Divina Eleonora Lo spettacolo "La Duse (divina Eleonora)" è stato prodotto da teatrOrtaet con il contributo della Regione del Veneto e il patrocinio di Comune, Provincia e Università di Padova, in occasione dei 150 anni dalla nascita di Eleonora Duse.
Eleonora Duse: un'artista amata e conosciuta all'estero forse più che in Italia, ma che rappresenta per la nostra regione uno degli esempi più fulgidi e universalmente riconosciuti dell'arte teatrale. Donna eccezionale, legata ad alcune delle figure di spicco della sua epoca (Arrigo Boito, Gabriele d'Annunzio, Edward Gordon Craig, Henrik Ibsen), è passata dal teatro dei guitti recitando dall'età di 4 anni al seguito della famiglia di attori, fino alle tournee internazionali nei maggiori teatri del mondo, in Francia, Gran Bretagna, Russia, Sud America, USA dove si è spenta nel 1924.

Attrice e imprenditrice, la Duse è lo specchio del teatro dell'Italia unita fino a dopo la Prima Guerra Mondiale, riassumendo i travagli di un'epoca attraverso la difficile vita di donna e di artista La rappresentazione, della durata di quasi due ore di spettacolo (con un intervallo), è frutto di un lavoro di studio e di ricerca che prosegue dal 2003 da parte della protagonista, Alessandra Brocadello nei panni della Duse e dell'autore Carlo Bertinelli, in scena nelle duplici vesti dell'ultimo biografo e del Vate. Ai due protagonisti, che firmano congiuntamente la regia, si affiancano i comprimari nei ruoli di: DÉsirÉe, l'amica degli ultimi anni della Duse, Francesco Paolo Tosti, il famoso compositore (interpretato dal pianista Filippo Albertin) e il capocomico Cesare Rossi.

La scena è firmata dall'architetto Paola Bussadori, rinomata paesaggista insignita in questi giorni del Sigillo della Città di Padova per i meriti in ambito nazionale conseguiti con la sua opera professionale per i giardini storici, culminata in mostre e pubblicazioni, che con questa operazione approda per la prima volta alla scenografia teatrale.

L'imponente scenografia ispirata al "giardino d'inverno" di fine Ottocento e primi Novecento, è arricchita dai costumi realizzati partendo dalla documentazione fotografica pubblicata dalla Fondazione Cini e da attrezzeria in parte originale dell'epoca trattata.

L'utilizzo quasi "cinematografico" delle luci rivela di volta in volta i luoghi deputati dell'azione scenica, sviluppata con ritmo serrato in episodi tratteggiati in rapide pennellate attraverso un continuo cambio di situazioni e di personaggi, sottolineato e marcato dalle musiche originali eseguite dal vivo dal maestro Filippo Albertin. Parallelamente le proiezioni video e le voci registrate (appositamente realizzate per questo spettacolo), conferiscono quel tocco di ricerca storica e il sapore di un'epoca alla vicenda, drammatizzata attraverso l'utilizzo di brani da lettere e documenti originali. L'allestimento si avvale di una nutrita maestranza tecnica, oltre che artistica, come documentato da foto di scena e riprese video (che alleghiamo), realizzate durante l'anteprima del 29 dicembre 2007 al Teatro Comunale Polivalente di Abano, in vista delle Celebrazioni del 2008.
















Associazione Culturale teatrOrtaet - Sede operativa: Via San Bellino, 14 - 35020 Albignasego (PD) - Sede legale: Via Puglie, 2 35030 Rubano (PD)
Tel. 049.8974122 - Fax 049.8974122 - Cell. 393.9909412 - P.Iva e Cod.Fis. 03933420287 - teatrortaet@pec.it